Mac OS

Come aprire un file exe su Mac

462 views
1 Commento

Come aprire rapidamente un file EXE su Mac?

Sembra un desiderio blasfemo ma almeno una volta, tutti noi abbiamo avuto il bisogno di aprire un file exe su Mac; chi per una piccola utility, qualche vecchia app e sopratutto per i preziosi keygen, tutti noi abbiamo avuto questo desiderio profanatorio: emulare un applicativo windows sul nostro mac.

Ormai le soluzioni per eseguire windows su mac sono molteplici, basti pensare alle disparate applicazioni di virtualizzazione come Parallels Desktop, VM Ware, Crossover fino ad arrivare a chi addirittura partizione l’hard disk del proprio dispositivo per ospitare nativamente sia OS X che Windows, probabilmente per esigenze particolari.

A questo punto ci chiediamo:

Devo per forza virtualizzare windows per poter eseguire anche un piccolo exe? Certo che No!

Scaricate qui un comodo emulatore che, sfruttando le librerie del progetto Wine, avvia gli eseguibili in formato EXE in realtime. Questa App è pronta all’uso, testata su Yosemite ed El Capitan e non necessita di alcun modulo supplementare né alcuna procedura macchinosa. Di seguito elenchiamo i passaggi da seguire.

  1. Scaricate l’app cliccando qui
  2. Spostatela nella cartella applicazioni del vostro mac
  3. Fate tasto destro sul file .exe che volete eseguire e scegliete “Apri Con…” -> “Altro”
  4. Assicurandovi che nel menu a tendina sia selezionata la voce “Tutte”, selezionate l’app Win Emulator che avete spostato nella cartella applicazioni nel passaggio 2

MacOS Catalina…

Purtroppo, al momento questo metodo non è funzionante su MacOS Catalina. Molti utenti ci stanno chiedendo come risolvere ed al momento dal progetto Wine non sembrano arrivare notizie. Il problema pare sia collegato all’impossibilità di eseguire codice a 32bit. Una soluzione temporanea simile è quella di utilizzare CrossOver. Il suo funzionamento è analogo a quello di Wine, anche se meno intuitivo ma per il momento potrebbe essere una soluzione molto pratica rispetto a chi ha deciso di installare una partizione Windows, di utilizzare Parallels o Docker.

Enjoy!

Potrebbe interessarti…

1 Commento. Nuovo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu